mercoledì 18 aprile 2012

Pensieri

"Io sono la ragazza con la valigia.
E ho un cappotto blu
vado di notte.
Su questo lungomare che è la vita.
E il vento batte sulle palme scardinate
la pioggia batte sulle stagioni andate
il mare scardina le barche di immigrate.
Io sono qui. Ti aspetto alla frontiera.
Al guinzaglio dell’orso della luna,
il fango nelle mani, per fare un neonato.
Tu aspettami inchiodato, nella sera".
(Francesca Genti)

Sul lungomare, sul binario, sul molo. Ti aspetto, alla frontiera tra me e te.

4 commenti:

  1. ok Ele ... io la valigia non ce l'ho, ma se mi aspetti, arrivo al molo con una bella bottiglia di Rum (naturalmente pampero)... il ghiaccio lo troveremo li e poi...via una bella ciucca...!!! (un abbrazòn)...

    RispondiElimina
  2. Lo vedo carico il Barasino!
    Ci sono novità Ele? Come stai?

    RispondiElimina
  3. Meglio grazie! Tu? Le bimbe?? ;))

    RispondiElimina
  4. Calzino...quando si tratta di Ele, ho sempre una marcia in piu...(mi piace sta donna, è bella di corpo e di mente) ... l'unica cosa che mi manca è il suono della sua voce ... (non riesco ad immaginarla) ... suppongo abbia un accento "pavese with inflessione USA"....forse.............

    RispondiElimina